Pro Loco CASTELLANETA
Pro Loco CASTELLANETA

Mauro Perrone

(1831-1913) Storico e Ingegnere

 

a cura di Rossella TARQUINIO

 

 Di lui conosciamo una foto che lo ritrae con la barba, gli zigomi accentuati e due occhi vivaci e curiosi. Il cavaliere Mauro Perrone, insigne storico della nostra città, fu una figura eclettica e poliedrica. Dotò infatti il paese di un osservatorio meteorologico, posizionato presso la sua abitazione e provvisto di tutta la strumentazione necessaria per rilevare la temperatura, la pressione barometrica e la quantità di pioggia e neve cadute durante l’anno. Il cavaliere, membro anche dell’Associazione Metereologica Italiana, inviava tutte le osservazioni via via annotate agli Uffici Centrali di Meteorologia siti a Roma e Moncalieri; i dati raccolti venivano poi pubblicati negli Annali dell’Ufficio Centrale Meteorologico Italiano.

Rispondendo alla sua passione per  la storia, pubblicò  il volume  “Storia documentata della città di Castellaneta”, primo libro a stampa narrante le nostre vicende, edito nel 1896, un’opera che è stata ed è ancora  oggi una pietra miliare per chiunque voglia approfondire elementi di storia locale.

Ma Mauro Perrone fu altresì un carismatico amministratore per Castellaneta, e lo fu in un periodo storico, quello immediatamente successivo all’Unità d’Italia, che lo vide impegnato nel difficile compito di far sentire la presenza dello Stato anche in realtà lontane dalla capitale. Il cavaliere rivestì infatti anche l’importante incarico di capitano della guardia Nazionale, particolarmente attiva contro il brigantaggio. La sua avventura politica comincia nel 1870, quando per la prima volta entra a far parte della Giunta cittadina. Per 40 anni, quasi senza soluzione di continuità (ad eccezione di un breve periodo di allontanamento volontario dalla vita amministrativa), saggiamente e con lungimiranza guidò il paese. L’architetto: tante le opere realizzate, volute o semplicemente portate eccellentemente al termine da Mauro Perrone per Castellaneta: dalla discesa di Caporlando, da lui compiuta a seguito di espropri, alla bella fontana di Piazza Umberto I, simbolo di progresso perché completamento dell’acquedotto comunale, passando per la strada per San Francesco, emblema dei tempi nuovi e di un paese non più chiuso da cinte murarie, proiettato ormai all’esterno. Fu un fulgido esempio di rettitudine e onestà: ciò nonostante morì in completa povertà e riposa tutt’ora nel cimitero di Castellaneta in un modesto e pressoché anonimo loculo.

"Inchiostro di Puglia" (il libro), in vendita, nella nostra sede.

Diventa Socio Pro Loco

PARTNERS

NICOTEL PINETO

Castellaneta Marina

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Proloco Castellaneta - Via Vittorio Emanuele 89 74011 CASTELLANETA (TA) CF: 90218170737 - Partita IVA: 02944150735 - Tel./Fax 0994006178 - Tessera nazionale UNPLI 4578/2016 - Pro Loco Castellaneta iscritta nel Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale in data 07/08/15 con decreto n.87/II/2015