Pro Loco CASTELLANETA
Pro Loco CASTELLANETA

Mons. Don Giuseppe Perrone (1880 - 1952)

Canonico Penitenziere della Cattedrale – Padre Spirituale dal 1920 al 1930 e Rettore del Seminario Vescovile di Castellaneta dal 1932 al 1952.

Autore e compositore di numerose opere ascetiche e inni sacri.

Don Giuseppe Perrone nasce a Castellaneta il 12 Marzo 1880 da Domenico Perrone e Serafina Lupis, della nobile Casata Perrone, la stessa cui apparteneva suo zio, il già noto Cav. Ing. Mauro Perrone (autore tra l’altro della “Storia Documentata” di Castellaneta). Ebbe tre sorelle, Luigia, Luisa e Benedetta, a cui dedicò un sonetto di musica sacra intitolato “ Ti vò cantar, Maria!.”

Compiuti gli studi ginnasiali, filosofici e teologici nel Seminario della Diocesi, fu ordinato sacerdote a 23 anni, il 25 Luglio 1903; proseguì gli studi a Roma, conseguendo così la laurea in Diritto Canonico e in Filosofia. Fu proprio in quegli anni di permanenza a Roma, che dette la sua collaborazione a Mons. Pottier nella Federazione Romana della Mutualità, svolgendo tra l’altro il ministero di cappellano – confessore nelle chiese di S.Eligio e delle Sacre Stimmate.

Ritornato in Diocesi, in quanto destinato all’ufficio di Padre Spirituale del Seminario, nel decennio 1920– 1930, svolse una nutrita attività sacerdotale tanto da assumere anche dal 1921 al 1937 la Direzione Spirituale della Venerabile Madre Teresa Casini, fondatrice della Congregazione delle Suore Oblate del Sacro Cuore di Gesù.

Infine fu nominato Rettore del Seminario Vescovile nel 1938, dicastero che terrà sino alla morte, avvenuta il 15 maggio 1952.

Autore di numerose opere mistiche, pubblica tra l’altro, “L’anima-Ostia e la Messa dell’Anima-Ostia”. Compone Inni, motti e preci, alcuni dei quali tuttora utilizzati in varie celebrazioni liturgiche della Diocesi.

Ci si ricorda di lui come di persona carismatica, figura quasi ascetica, diremmo oggi “spirituale” e al tempo stesso severa nello sguardo e irreprensibile nel comportamento. Caratteristiche queste che cercò di trasmettere sempre ai seminaristi affidati alle sue cure, presso il Seminario Diocesano di Piazza Immacolata in Castellaneta, che diresse per ben vent’anni.

Fra i tanti componimenti sacri da lui composti e che ci sono attualmente pervenuti, citiamo un componimento musicale, “ PACE e BENE”.  

Inno popolare composto in onore di S. Francesco e Santa Caterina da Siena, Celesti Patroni d’Italia

Ma soprattutto La Messa dell’Anima-Ostia e l’ANIMA-OSTIA:

 

Elevazioni Affettive: Fervore di Vita Cristiana e Vita Riparatrice; che consta di due volumi. Naturalmente con l’approvazione ecclesiastica del censore delegato P. Isidoro Ricci (O.F.M.), in cui si legge in calce: “… vi ho riscontrato soda e sicura dottrina con profondo sentimento religioso, che divulgata, potrà arrecare grandissimo vantaggio spirituale alle anime”.

E del Vescovo Agostino Laera, che dice tra l’altro nella sua Prefazione del 22 novembre del 1928:   “Salutiamo con gioia questa nuova pubblicazione ascetica, che svolge un’importantissima dottrina … -per concludere- …Per la maggior gloria di Dio dunque e per il bene delle anime facciamo caldi voti perché questa pregevole opera abbia la massima diffusione.”   Ed in effetti basti leggere le ultime righe del 1° volume di questo “Piccolo lavoro”, come lo chiama l’autore: “ Ma che sii Tu sempre il primo in tutto, sii Tu il movente, il centro, il culmine di tutto … Finché non si realizzi in me questo supremo ideale: che io possa divenire solo e tutto tuo, e Tu solo il mio Tutto!...

<< Dilectus meus mihi, et ego illi>>

Per entrare così nella personalità mistica del sacerdote e uniformarsi ad essa, per meglio comprendere il bisogno interiore del considerarsi Nulla al cospetto del Supremo ed infine completarsi in Lui come atto finale non già del proprio essere ascetico, quanto della propria vissuta spiritualità!

 

Riferimenti bibiografici:

-               Istituto Genealogico Italiano, Uff. Araldico di Firenze

-               Archivio Storico Araldico Italiano, Milano

-               Registri curiali diocesani

-               Testi e spartiti originali degli autori

-               Ricerca e sintesi a cura di Domenico Perrone

"Inchiostro di Puglia" (il libro), in vendita, nella nostra sede.

Diventa Socio Pro Loco

PARTNERS

NICOTEL PINETO

Castellaneta Marina

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Proloco Castellaneta - Via Vittorio Emanuele 89 74011 CASTELLANETA (TA) CF: 90218170737 - Partita IVA: 02944150735 - Tel./Fax 0994006178 - Tessera nazionale UNPLI 4578/2016 - Pro Loco Castellaneta iscritta nel Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale in data 07/08/15 con decreto n.87/II/2015