Pro Loco CASTELLANETA
Pro Loco CASTELLANETA

FLORA E FAUNA

 

Non è semplice parlare della flora e della fauna presenti nel territorio di Castellaneta data la sua vastità e diversificazioni; si rischia infatti di dare un elenco infinito di specie, con la conseguenza di render e oltremodo noiosa la lettura.

Sulla fascia costiera, ad esempio, vi è un tipo di vegetazione assai diversa da quella riscontrabile in prossimità delle gravine. La pineta presente sulla fascia costiera è formata da pino d’Aleppo, alberi che ammanta di verde anche le gravine delle colline di Montecamplo. Il pino d’Aleppo condivide il territorio delle gravine con alberi di quercia della specie roverella e fragno, ma si posso anche trovare piante di Carpinella. E’ anche da annotare la presenza di piante di ginepro, sorbo, carrubo e, raramente, corbezzolo. La macchia mediterranea presente nella Gravina di Castellaneta è invece formata da cespugli di lentisco; non è difficile comunque incontrare e distinguere il caprifoglio o la ginestra spinosa con i suoi bellissimi fiori gialli.

Anche se la spiaggia ci regala delle piante e dei fiori, come il vilucchio delle sabbie ( pianta rara in Italia a causa della distruzione del suo habitat naturale, appunto le dune di sabbia). Il vilucchio condivide le dune di Castellaneta Marina con il fico degli ottentotti edile, pianta molto diffusa sulla spiaggia e coltivata anche in numerosi giardini e ville. Il Giaggiolo acquatico o Iris giallo è presente sulle sponde del fiume Lato.

In primavera i fiori più comuni sono gli zafferanastri gialli, il tasso barbasso, il narciso bianco, il cisto rosso. Fra aprile e maggio sbocciano le diverse specie di orchidee spontanee, fra cui ricordiamo la Ophrys in cubacela e la Ophrys apulica.

La notte è il regno del Gufo reale, il più grande rapace notturno, che sfrutta il buio per andare a caccia, la Civetta e il Barbagianni sono gli stretti parenti che gli tengono compagnia.

Per quanto riguarda la presenza di fauna non è difficile scorgere di giorno alcune specie di fra i più comuni: il gheppio e il grillaio, che sono dei falchi di piccole dimensioni, oppure poiane e nibbi, raramente, e solo in primavera inoltrata, dei falchi cuculi.

Nelle nostre gravine fino a qualche anno fa nidificava uno degli uccelli più straordinari: il capovaccaio, un avvoltoio europeo che nidificava fra la fine di marzo e i primi di aprile.

Nelle gravine trovano il loro ambiente naturale: volpi, tassi, ricci e anche istrici, anche se la presenza di quest’ultimi, un tempo certa, oggi non lo è tale.

Negli stagni naturali delle gravine è possibile vedere, oltre al rospo verde e alla rana, altri due anfibi straordinari: il tritone e l’ululone dal ventre giallo. In questo territorio sono presento anche i rettili, come la comune tartaruga, le lucertole, i coloratissimi ramarri e anche i serpenti come il biacco e il cervone, ma anche il bellissimo e innocuo colubro leopardiano, cacciato per la sua somiglianza con la ormai rara vipera. Fra i rettili va registrata di due specie di gechi, quello comune e il geco di Kotschy, presente in Italia solo in Puglia. È anche possibile scorgere questi innocui animali nelle ore notturne sulle pareti di vecchie abitazioni del centro storico. Purtroppo i gechi sono vittime di caccia indiscriminata, poiché per una credenza popolare infondata, la loro urina provocherebbe ustioni sulla pelle umana, se qualora questa ne venisse a contatto. Il nome popolare di questi animale è lucertola marcia. C’è ne davvero per tutti. Una immersione carica di emozioni a portata di… piedi.

"Inchiostro di Puglia" (il libro), in vendita, nella nostra sede.

Diventa Socio Pro Loco

PARTNERS

NICOTEL PINETO

Castellaneta Marina

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Proloco Castellaneta - Via Vittorio Emanuele 89 74011 CASTELLANETA (TA) CF: 90218170737 - Partita IVA: 02944150735 - Tel./Fax 0994006178 - Tessera nazionale UNPLI 4578/2016 - Pro Loco Castellaneta iscritta nel Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale in data 07/08/15 con decreto n.87/II/2015